LE DOMENICHE CULTURALI : MONTE COPIOLO E SAN LEO – 13 . III . 2018

 

 

LE DOMENICHE CULTURALI : 

                   MONTE COPIOLO E SAN LEO                                      13 maggio 2018 

Dove –Andremo prima a Monte Copiolo dove vedremo i resti del Castello dei Montefeltro e poi nel pomeriggio ci recheremo a San Leo.

 Perché –Il castello medievale di Montecopiolo, vale veramente una visita, non solo quale testimonianza archeologica, ma anche per lo stupendo panorama che si gode dai 1030 metri dello sperone roccioso su cui è posto. E’ il castello dal quale ebbe origine la famiglia dei Montefeltro. San Leo non ha bisogno di presentazioni.

Itinerario – Partiti da Ancona andremo verso il Monte Carpegna e raggiungeremo poi, con guida, il castello di Villa Grande a Monte Copiolo. Le indagini storiche sul castello di Monte Copiolo riguardano un periodo che inizia già prima dell’XI secolo e si protraggono all’incirca sino al XVIII secolo, quando il castello divenne completamente disabitato. Il Castello domina l’alta valle del fiume Conca, nel Montefeltro. Il rilievo, già frequentato ai tempi dell’uomo di Neanderthal (130.000-30.000 anni a.C.) nella media età del Bronzo (1500 a.C.), in quella del ferro e per tutta l’epoca romana sosteneva, nel medioevo, un castello interamente edificato intagliando il monte stesso, che è in pietra calcarea, come le sue murature. Nel pomeriggio raggiungeremo poi il castello di San Leo. Intorno alla metà del XI secolo, da Carpegna scesero a San Leo – allora chiamata Montefeltro – i conti di Montecopiolo; da questo importantissimo feudo, essi trassero il nome e il titolo di conti di Montefeltro. Nel primitivo abitato altomedioevale, da il 961 e il 963, fu stretto in assedio Berengario II, ultimo re del regno Longobardo d’Italia da Ottone I di Sassonia. Fu luogo di passaggio di San Francesco nel 1213, di Dante nel 1306, prigione di Felice Orsini e di Cagliostro.

E’ prevista una sosta per la consumazione di un pasto per chi lo vorrà .

Aspetti organizzativi Prenotazione entro giovedì 10 maggio p.v. mediante email o telefonata al 3278238123. La quota di partecipazione è di € 40 e comprende il viaggio in pullman. Escluso il resto. Partenza dal Passetto ore 8,00, Piazza Diaz ore 8,05, Archi ora 8,10, Stazione FFSS Ancona ore 8,15. Rientro in Ancona in serata. La visita guidata avrà luogo se si raggiungerà un numero minimo di artecipanti. Riservata ai soci. Offerta promozionale per i non soci che si iscrivono ad Italia Nostra per partecipare per la prima volta alla visita. Il programma potrà subire modifiche.

Sede in via Bonda, 1/b, 60121 Ancona, tel. & fax 071 56307,                   cell. 327/8238123, email: ancona@italianostra.org,              sito:www.italianostra-ancona.org, Facebook «Italia Nostra Ancona»

Apertura sede venerdì ore 17-19 e su appuntamento