“LE DOMENICHE CULTURALI” : Visita a PIOBBICO e il CASTELLO DI NARO – 8 aprile 2018

 

 

“LE DOMENICHE CULTURALI”
domenica 8 aprile 2018
PIOBBICO e il CASTELLO DI NARO

Dove –Andremo a vedere la città di Piobbico, sotto il Monte Nerone, con i suoi beni culturali ed il vicino Castello di Naro.
Perché –Il territorio presenta scorci paesaggistici e naturalistici affascinanti e sono inoltre presenti importanti testimonianze storiche sia monumentali che naturali.

Itinerario – Partiti da Ancona andremo a vedere Piobbico il cui nome risale all’epoca romana. Si hanno testimonianze del tempo degli etruschi e dei romani, ma la vera storia del paese si identifica con la famiglia Brancaleoni. Attorno all’anno Mille il territorio fu affidato come feudo a questa famiglia, e per quasi cinque secoli il paese si è sviluppato sotto il loro dominio. La signoria dei Brancaleoni arrivò a dominare l’intera Massa Trabaria, ma per essersi opposta prima al cardinale Albornoz, poi a papa Martino V, perdette definitivamente i suoi possessi a vantaggio dei Feltreschi nella metà del XV secolo. Nel pregevole Palazzo Brancaleoni, situato sulla collina che domina la confluenza del Candigliano col Biscubio, vari corpi di fabbrica e vari stili architettonici si sovrappongono armoniosamente. Esso vanta affreschi e decorazioni a stucco, opera di Federico Brandani ed ospita, il museo civico. Di particolare pregio sono il cortile d’onore e la Camera Greca. Visiteremo la Chiesa di Santo Stefano, in stile barocco dove si trova l’importante pala “Riposo della Sacra Famiglia durante la fuga in Egitto” di Federico Barocci (1593-1680). Dal 1879 ha sede a Piobbico l’originale Club dei Brutti, conosciuto in tutto il mondo. Visiteremo poi il Santuario di Santa Maria in Val d’Abisso, già convento dei Serviti, che risale all’ XI secolo. Il castello di Naro è una possente fortezza del VI secolo d.C. che si erge superbo sul territorio della provincia di Pesaro e Urbino, nel comune di Cagli sul Candigliano. La sua forma è singolare, ricorda la carena di una nave arroccata su uno scoglio naturale di pietra durissima. Doveva servire a difendere la potente famiglia Siccardi dall’ingordigia del Comune di Cagli in epoca Medievale.
Enogastronomia –E’ prevista una sosta per la consumazione di un pasto per chi lo vorrà.
Aspetti organizzativi : Prenotazione entro giovedì 5 APRILE p.v. mediante email o telefonata al 3278238123. La quota di partecipazione è di € 40 e comprende il viaggio in pullman. Escluso il resto. Partenza dal Passetto ore 8,30, Archi ora 8,40, Stazione FFSS Ancona ore 8,45. Rientro in Ancona in serata. La visita guidata avrà luogo se si raggiungerà un numero minimo di partecipanti. Riservata ai soci. Offerta promozionale per i non soci che si iscrivono ad Italia Nostra per partecipare per la prima volta alla visita. Il programma potrà subire modifiche.